WERELDREIZIGERS.NL
Il-fiume-Tsiribihina-vicino-alla-cascata-Anosimpela
Casa » Africa » Madagascar » Madagascar in scooter | Parte 4 | Gita in canoa sul fiume Tsiribihina – Belo-sur-Tsiribihina (165 km)

Madagascar in scooter | Parte 4 | Gita in canoa sul fiume Tsiribihina – Belo-sur-Tsiribihina (165 km)

Chi si mette in testa di comprare un usato INNOCENTI  nella capitale di Madagascar comprare? Percorrere più di 4.000 km su questa enorme isola? Nessuno prima di me aveva mai avuto questa idea. L'ho appena fatto e ho scoperto il vero Madagascar. Viaggia con me all'Isola Rossa e conosci i baobab, i lemuri, i camaleonti, le spiagge bianche come la neve e soprattutto l'ospitale malgascio: TONGA SOA. In questa parte viaggio in canoa sul fiume Tsiribihina. Rispetto alle estenuanti gite in scooter, il viaggio in canoa sul fiume Tsiribihina è un'esperienza estremamente rilassata.

Leggi anche:

Preparazione per la gita in canoa sul fiume Tsiribihina

Gilbert, la mia guida, è nel cortile dell'Hotel Baobab alle nove. Lì ha montato la tenda, dove trascorrerò le prossime due notti. "Il bancomat è stato riempito", dice.

La tenda per la gita in canoa è in prova
La tenda per la gita in canoa è in prova

Al bancomat della Bank of Africa voglio prelevare 1,2 milioni di Ariary (circa 300 euro), ma le macchine in Madagascar danno solo un massimo di 40 banconote alla volta. In Madagascar, una banconota da 10.000 Ariary è la banconota più grande. Che viene convertito in 2,5 euro. Quindi devo appuntare tre volte per ottenere un'enorme pila di 120 banconote. (Nel 2018 è stata introdotta la banconota da 20.000 Ariary).

Di ritorno all'hotel Baobab Gilbert è impegnato con le provviste per il viaggio. “Eric, puoi pagarmi i 600.000 Ariary per il viaggio? Allora posso pagare la spesa.'

Disposizioni per il viaggio in canoa sul fiume Tsiribihina
Disposizioni per il viaggio in canoa sul fiume Tsiribihina

Lo scooter in canoa e andiamo

Sulla riva del fiume Tsiribihina guardo con stupore la stretta canoa (piroga) che giace nell'acqua. "Ed è lì che deve entrare lo scooter?" «Sì e tu, io, tutte le provviste e due canoisti. Non preoccuparti, si adatta tutto alla piroga.' Quattro ragazzi poi afferrano il mio scooter e lo issano sulla piroga. Cinque minuti dopo, la piroga è imballata e pronta per partire.

La canoa è completamente carica per il viaggio sul fiume Tsiribihina
La canoa è completamente carica per il viaggio sul fiume Tsiribihina

Dopo un'ora sul fiume facciamo una prima sosta. Sono pronto per questo, perché sei costantemente nella stessa posizione. Allunga solo le gambe. Gilbert scopre un camaleonte su un ramo e lo indica. Lo prendo subito. I due rematori alzano lo sguardo stupiti. Sussultano quando il camaleonte cerca di mordermi. 'Maneggiare un camaleonte è 'fady' per il malgascio. Fady è un tabù. Si vedono bambini qui con i camaleonti, ma li tengono sempre su un bastone o un ramo e mai in mano. Porta sfortuna. I malgasci sono molto superstiziosi', spiega Gilbert.

'Un'altra moda è che le persone del Madagascar occidentale non puntano il dito contro niente e nessuno. Se vuoi indicare qualcosa, fallo con tutta la tua mano.'

Camaleonte sul fiume Tsiribihina
Camaleonte sul fiume Tsiribihina

La prima notte in tenda lungo il fiume Tsirihibina

Rispetto alle faticose gite in scooter, la gita in canoa è un evento estremamente rilassato. Ogni tanto incontriamo qualche pescatore, una fila di capanne sulla riva e bambini che salutano. Per il resto si può godere della tranquillità e della vista del fiume e delle colline. Non incontriamo molto traffico sul fiume. Solo una canoa con a vite Ho contato.

Verso sera Gilbert ordina ai suoi due rematori di legare la canoa sulla riva. Alcuni bambini e un cane ci stanno aspettando lì. Gilbert fa un falò e questo è conveniente, perché si raffredda rapidamente. Intorno al fuoco mangiamo pesce arrosto con riso. Alle nove parto per la mia tenda, mentre i miei tre compagni si avvolgono in un telo sulla sabbia.

Colazione secondo giorno del viaggio sul fiume Tsiribihina
Colazione secondo giorno del viaggio sul fiume Tsiribihina

Un fiume poco profondo e la cascata dell'Anosimpela

Dopo colazione faccio un tuffo rinfrescante nel fiume. Quindi remiamo ulteriormente e rimaniamo regolarmente bloccati sul fondo del fiume poco profondo.

La canoa si blocca il secondo giorno del viaggio sul fiume Tsiribihina
La canoa si blocca il secondo giorno del viaggio sul fiume Tsiribihina

Verso mezzogiorno si ormeggia alla cascata dell'Anosimpela. Sei guardie mi danno il benvenuto. "Salama", salutano. Gilbert mi indica il libro degli ospiti, che tutte le guide che visitano la cascata devono completare e firmare. Uno sguardo al libro mi dice che nelle ultime settimane non ci sono stati quasi turisti.

La cascata dell'Anosimpela
La cascata dell'Anosimpela
Goditi i freschi raggi della cascata dell'Anosimpela
Goditi i freschi raggi della cascata dell'Anosimpela

'Il viaggio in canoa è quasi sempre combinato con una visita a Tsingy. Tsingy è raggiungibile solo da metà maggio. Prima di allora, la strada era allagata in molti punti e anche i veicoli XNUMXxXNUMX non potevano raggiungere Tsingy. Allora non c'è nemmeno interesse per il viaggio in canoa', spiega Gilbert.

Elenco dei visitatori della cascata dell'Anosimpela
Elenco dei visitatori della cascata dell'Anosimpela

Una giornata rilassante sul fiume Tsiribihina con una cena sorprendente

Il resto del pomeriggio continuiamo a chiacchierare tranquillamente. I due canoisti hanno poco lavoro, perché la corrente nel fiume fornisce abbastanza velocità. Dopo le rocce gessose nei pressi della cascata dell'Anosimpela, il paesaggio è verdeggiante e abbastanza pianeggiante.

Il fiume Tsiribihina vicino alla cascata di Anosipela
Il fiume Tsiribihina vicino alla cascata di Anosipela

Verso la fine del pomeriggio incontriamo un pescatore di un villaggio vicino a Belo-sur-Tsiribihina. Sta pescando da due giorni e la notte dorme da qualche parte sulla riva del fiume.

Compagnia di un pescatore la seconda sera

Il pescatore ha un sorriso molto contagioso. Ogni volta che dice qualcosa in malgascio, urla. Anche se non ho idea di cosa stia sputando, non riesco a contenere la mia risata. «Eric, sta chiedendo se può farci compagnia stasera. Lo trova molto piacevole. In cambio otteniamo il pesce appena pescato.' "Molto bene," rispondo.

Pesca per il barbecue durante il viaggio di Tsiribihina
Pesca per il barbecue durante il viaggio di Tsiribihina

È ridere, ululare e ruggire intorno al fuoco. Il pescatore ha evocato una bottiglia di alcolici da un litro e mezzo per la giornata. La bottiglia è molto richiesta e crea un ottimo umore. Poi è il momento di mangiare il pesce alla griglia.

Il bivacco per la notte viene addobbato
Il bivacco per la notte viene addobbato
Al fuoco durante la seconda notte del viaggio di Tsiribihina
Al fuoco durante la seconda notte del viaggio di Tsiribihina

L'ultima mattina sul fiume Tsiribihina

Alzarsi presto è il motto. Gilbert ha la colazione pronta alle sette. Quindi ripulisce tutte le pentole e le pentole, mentre il pescatore si siede sulla sua sedia parlante. Il suo umore è fantastico. Oggi ha intenzione di tornare a casa dopo un'ultima battuta di pesca. Navighiamo insieme per mezz'ora. Poi salutiamo il pescatore.

Colazione il terzo giorno del viaggio di Tsiribihina
Colazione il terzo giorno del viaggio di Tsiribihina

La mattina inizia a fare freddo, ma il sole guadagna rapidamente forza. Non c'è molta corrente e i canoisti devono lavorare sodo. Verso le dieci ci prendiamo una pausa e Gilbert riesce di nuovo ad avvistare un bellissimo camaleonte. Questa volta è verde e non così aggressivo. "Ecco, ho una cavalletta morta", dice Gilbert. "Tienilo a circa cinque centimetri dalla sua bocca."

"Oh!" esclamo mentre il camaleonte srotola la lunga lingua per ingoiare la cavalletta.

Rilassati in canoa sul fiume Tsiribihina
Rilassati in canoa sul fiume Tsiribihina
Compagnia di un camaleonte in canoa sul fiume Tsiribihina
Compagnia di un camaleonte in canoa sul fiume Tsiribihina

Alle undici è finalmente il momento. La prima barca in più di due giorni salpa verso di noi. "Va a prendere e porta gli abitanti del villaggio e le provviste", riferisce Gilbert. «Lo fanno sempre a monte, perché nessun turista viaggia da Belo-sur-Tsiribihina a Miandrivazo. I turisti viaggiano solo a valle.'

Un traghetto sul fiume Tsiribihina
Un traghetto sul fiume Tsiribihina

Arrivo a Tsaraotana e benzina acquosa

Arrivo a Zaraotana
Arrivo a Zaraotana

Alle tre meno un quarto il viaggio in canoa è finalmente finito. 'Questo è il punto finale. Da qui ci vogliono una trentina di chilometri per il traghetto per Belo-sur-Tsiribihina.' 'Che cosa?' chiedo sorpreso. "Pensavo che saremmo salpati lì."

Secondo Gilbert, è sempre così. «Salgono solo i motoscafi. Le canoe tornano da qui.' Lo scooter viene sollevato dalla canoa e messo a terra. Gilbert salta in groppa e mi accompagna in una cabina dove viene venduta la benzina. Lasciamo Tsaraotana con il serbatoio pieno. Purtroppo lo sterrato è poco percorribile e con Gilbert sul retro non funziona per niente.

Dopo mezz'ora di cammino tra sabbia e fango raggiungiamo il villaggio di Andranomandeha. Lì saluto Gilbert, che spera di ottenere un passaggio verso Belo.

Un lago vicino ad Andranomandeha
Un lago vicino ad Andranomandeha

Verso le cinque si verifica il disastro. Inizialmente sospetto che troppa polvere e fango siano entrati nello scooter. A un esame più attento, nel serbatoio non è rimasta una goccia di benzina. È impossibile che io possa percorrere solo quindici chilometri con quattro litri di benzina. (A Belo ho appreso in seguito che nei villaggi il carburante viene spesso manomesso. "Aggiungono molta acqua. Non puoi vederlo.")

Senza benzina sulla strada per Belo-sur-Tsiribihina
Senza benzina sulla strada per Belo-sur-Tsiribihina

Da quando ho lasciato Andranomandeha, non ho visto alcun segno di vita. Sono abbastanza lontano dal fiume e quindi considero piccola la possibilità di un insediamento. Non c'è altro da fare che spingere lo scooter in avanti. È un lavoro molto faticoso. Verso le sette incontro finalmente un pastore con un gregge di zebù.

Ha una brutta notizia per me. L'ultimo traghetto parte alle otto. «È a un'ora di cammino da qui. E forse di più se devi spingere lo scooter.'

Lo scooter in motoscafo verso Belo-sur-Tsiribihina
Lo scooter in motoscafo verso Belo-sur-Tsiribihina

Una fantastica cena al Mad Zebù

Nel buio pesto arrivo al fiume. Sono quasi le nove e l'ultimo traghetto è partito un'ora prima. Per fortuna c'è una canoa a motore, che è disposta a portarmi con un piccolo compenso. Dieci minuti dopo sono a Belo-sur-Tsiribihina. Lì mi stabilisco all'Hotel du Menabe.

Il proprietario mi chiede subito se sono con un'azienda. Quando rispondo che sono su uno scooter, lei inizia a ridere. 'Incredibile. Ma eh? Non pensi di poter arrivare a Tsingy in scooter, vero? Dimenticalo. È davvero impossibile. Solo le guide locali sanno come arrivarci con un fuoristrada.'

Decido di mangiare prima un boccone. Per questo sono arrivato nel posto giusto a Belo-sur-Tsiribihina. Secondo la Lonely Planet, ecco il miglior ristorante di tutto il Madagascar: Zebù pazzo.

Menu Mad Zebù a Belo-sur-Tsiribihina
Menu Mad Zebù a Belo-sur-Tsiribihina

Anche su Tripadvisor trovo recensioni entusiastiche sul 'Mad Zebù'. Dal menu scritto con il gesso scelgo un delizioso menu di tre portate. Ha un sapore davvero delizioso e concordo immediatamente con le recensioni.

Tornato in albergo lo trovo. Il proprietario mi dice che è appena arrivata una signorina con due guide. «Lavora per il Petit Futé. Quello è il Lonely Planet francese». L'ho sistemato in cinque minuti. Domani parto con lei e due guide per Bekopaka per visitare Tsingy.

Leggi anche:

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

Com'è guidare per più di 10.000 chilometri in Madagascar su uno scooter acquistato localmente? O su un pikipiki (scooter in swahili) attraverso l'Africa orientale? In più di 20 anni ho visitato più di 100 paesi. Ciò ha portato a molte esperienze di viaggio inestimabili, che vorrei condividere con voi.

ERIC – OLTRE 100 PAESI
– Attualmente in Kenya.
– Condividi esperienze di viaggio uniche.
– Destinazioni preferite: Madagascar, Uganda, Giappone, India e Colombia.

Hai visto un errore? Chiedere? Nota? Fateci sapere nei commenti!

Scritto da:

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

CERCATO

LISTA DI CONTROLLO DI VIAGGIO

✔️ Questa assicurazione di viaggio copre anche le aree arancioni.
✔️ Confronta e prenota il biglietti aerei più economici.
✔️ Risparmia e prenota al meglio attività.
✔️ Più hotel? Allora prenota con 20% di sconto Genius.
✔️ Risparmia e prenota il tuo aeroporto parcheggio.
✔️ Roadtrip? Confronta e prenota uno sconto auto a noleggio.
✔️ Prepararsi per un viaggio? Punteggio pratico guida di viaggio.
✔️ Hai bisogno di uno zaino o di una valigia? Offerte qui.
✔️ regalo? Sto regalando 500 volte 10 euro!

Traduci »
Copia link