WERELDREIZIGERS.NL
Karamajong intorno al mio scooter
Casa » Africa » Uganda » Africa orientale in scooter | Parte 16 | Kotido – Moroto (110 km)

Africa orientale in scooter | Parte 16 | Kotido – Moroto (110 km)

Chi osa percorrere più di 3.000 chilometri in scooter attraverso l'Africa orientale? Visitare i gorilla di montagna? Safari in scooter (esiste questa parola?) in cinque parchi nazionali? Per ammirare da vicino, tra le altre cose, leoni, bufali, ippopotami ed elefanti. Mi chiamo Eric e mi piace viaggiare su uno scooter. Leggi qui la parte 16 del resoconto unico di un'incredibile avventura in scooter Uganda, Ruanda en Kenia. In questa parte viaggio ulteriormente nella meravigliosa terra del Karamojong e insegno a un locale ad andare in scooter.

Leggi anche:

Africa orientale in scooter | Parte 1 | Da Kampala a Kigali (180 km)
Africa orientale in scooter | Parte 2 | Bugala – Lago Mburo (170 km)
Africa orientale in scooter | Parte 3 | Parco Nazionale del Lago Mburo – Kabale (230 km)
Africa orientale in scooter | Parte 4 | Trekking Kabale – Ruhija – Gorilla (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 5 | Bwindi – Kabale – Kigali (160 km)
Africa orientale in scooter | Parte 6 | Memoriale del genocidio di Kigali – Kabale

Africa orientale in scooter | Parte 7 | Kabale – Parco Nazionale della Regina Elisabetta (175 km)
Africa orientale in scooter | Parte 8 | Queen Elizabeth NP – Fort Portal (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 9 | Portale forte – Muhorro (100 km)

Africa orientale in scooter | Parte 10 | Muhorro – Hoima (100 km)
Africa orientale in scooter | Parte 11 | Hoima – Parco Nazionale delle Cascate Murchison (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 12 | Parco Nazionale delle Cascate Murchison – Purongo (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 13 | Purongo – Gulu – Kitgum (173 km)
Africa orientale in scooter | Parte 14 | Kitgum – Parco nazionale della valle di Kidepo
Africa orientale in scooter | Parte 15 | Parco Nazionale della Valle di Kidepo – Kotido (140 km)

Un tour di Kotido

Ci vuole davvero un po' per abituarsi quando cammino per i sentieri sabbiosi nel centro di Kotido. Ti chiedi subito come una città con più di 20.000 abitanti non abbia una strada asfaltata decente. Otterrai la risposta giusta se ti guardi intorno.

Rotonda a Kotido
Rotonda nel centro di Kotido

Ci sono sacchi di iuta pieni di carbone lungo la strada. Alcuni uomini stanno camminando con carretti con taniche gialle. "Quelle taniche sono piene d'acqua", sento da un teletrasporto. La maggior parte delle case qui non ha acqua corrente o un serbatoio dell'acqua.

Trasporto di taniche con acqua a Kotido
Trasporto di taniche con acqua a Kotido

Non mi piace tutto. Non importa quanto siano belle le foto con gli asini e le donne con i boschi in testa a prima vista. A pensarci bene, è solo un'amara povertà se devi camminare per miglia a piedi nudi con qualche chilo di legno in testa.

Trasporto di legna da ardere a Kotido
Una donna scalza con legna da ardere diretta a Kotido

L'addetto alla reception del Kotido Resort Hotel mi rassicura quando chiedo informazioni sulle condizioni della strada per Moroto. 'Non preoccuparti. La strada per Moroto non è asfaltata, ma è una strada Murram ben tenuta. Percorro i 110 km fino a Moroto in meno di un'ora e mezza di macchina.'

Incontri speciali nel paesaggio della savana con i pastori del Karamojong

In appena cinque minuti ho lasciato l'abitato di Kotido alle mie spalle. Il paesaggio è abbastanza diverso dal percorso che ho percorso negli ultimi giorni nel nord di Karamoja. Qui è molto più secco e non ci sono rocce. C'è poco o nessun traffico automobilistico. Passa solo un minibus in un'ora.

Sulla via del ritorno da Kotido
Tornare a casa con una tonnellata in testa a Kotido

Il numero di pedoni su e intorno alla strada è piuttosto elevato. Spesso camminano a piedi nudi e sono vestiti con abiti tradizionali. Sono sempre ugualmente sorpresi di vedere un "mzungu" su uno scooter.

Madre e figlia Karamajong ammirano il mio scooter vicino ad Amgamwa
Madre e figlia Karamojong ammirano il mio scooter vicino ad Amgamwa

Un gruppo di pastori siede sul ciglio della strada. Sono completamente addobbati nel tipico stile Karamoja. A volte con un cappello buffo e sempre con indosso un vestito colorato. Oltre al bastone da passeggio, hanno in mano anche un supporto di legno. Questo supporto è multifunzionale. È un poggiatesta e un sedile in uno.

Pastori Karamajong in abito tradizionale in posa
Pastori Karamojong in abito tradizionale in posa

Ora mi ritrovo tra due riserve naturali, vale a dire: Mathenik Game Reserve e Bokora Wildlife Reserve. Nei parchi vivono numerose specie di antilopi, come l'orice, il kob e l'alcelafo. I loro nemici naturali qui sono iene maculate e leopardi.

Non vedo la fauna selvatica. Vedo molti pastori che escono con i loro greggi. I pastori di Karamojong sono abituati a stare fuori casa per giorni. Spesso per disperata necessità, perché non c'è niente da pascolare per il bestiame a causa della lunga siccità.

Paesaggio nella riserva di caccia di Mathenik
Paesaggio nella riserva di caccia di Mathenik

Molto sporadicamente mi imbatto in insediamenti di Karamojong. Sacchi di legna da ardere lungo la strada sono un segno che un tale insediamento si trova nelle vicinanze. 'Questo è per i minibus e le auto che passano. La nostra legna da ardere è di alta qualità', ha detto una commessa.

Legna da ardere in vendita lungo la strada a Karamoja
Legna da ardere in vendita lungo la strada a Karamoja

I pastori di Karamojong continuano ad incuriosirmi. A volte sono ancora bambini, ma camminano sempre in quelle coperte colorate. E quei cappelli piumati. oh.

Un giovane pastore nella riserva di caccia di Mathenik
Un giovane pastore nella riserva di caccia di Mathenik
Pastori nella riserva di caccia di Mathenik
Pastori sulla strada nella riserva di caccia di Mathenik

Quando vedo un altro segno scheggiato di un'altra organizzazione umanitaria, mi rendo conto che sto guidando in un'area molto vulnerabile. Quanto è bella la natura e quanto sono amichevoli e colorati i numerosi pastori di Karamojong. Mi chiedo spesso che fine abbia fatto tutti quei progetti.

Peeling Oxfam sign in Lokitela
Peeling Oxfam sign in Lokitela

Ingorghi e aiuto locale con un gioco d'acqua insidioso

E poi c'è un ingorgo su un tratto di sterrato piuttosto difficile. Alcuni pastori portano le loro capre sul ciglio della strada e le salutano gentilmente. Uno mi indica un posto lontano. “Attento, rimarrai bloccato lì se non stai attento. Qui ha piovuto molto per alcuni giorni».

Le capre bloccano la strada a Karamoja
Le capre bloccano la strada a Karamoja

L'avvertimento non è per niente. Arrivo a un'enorme pozza d'acqua. Non ho idea di quanto sia profondo e se posso attraversarlo con il mio scooter senza affondarci dentro. Fortunatamente vedo un gruppo di Karamojong in piedi dall'altra parte e cammino verso di loro attraverso l'acqua. Riesco a farlo, ma ogni tanto sprofondo nella melma. Di certo non funzionerà su uno scooter.

Gli uomini sembrano fare la guardia qui tutto il giorno. "Stiamo spingendo tutti i minibus e le auto nel fango, mzungu." Negozio con loro e me ne vado velocemente. Per 10.000 scellini ugandesi (convertiti 2,5 euro) sollevano il mio scooter attraverso lo stagno. Nel frattempo allungo le gambe e faccio un film sul faticoso Karamojong.

Scooter di sollevamento Karamojong sopra l'acqua vicino a Lopei
Scooter di sollevamento Karamojong sopra l'acqua vicino a Lopei

Un giro di prova in scooter a Lopei

Verso le tre e mezza decido di fare una pausa nel paese di Lopen. Compro una bottiglia d'acqua in un chiosco e quasi subito c'è molta attenzione sul mio scooter. Un Karamojong mi chiede se può fare un giro su quel divertente piki piki. All'inizio dubito, perché non so se può guidare uno scooter.

Gli faccio un corso accelerato di guida in scooter e gli dico dove sono l'acceleratore e il freno. 'Non usare questo freno! Quello è il freno della ruota anteriore. Se lo usi, scivolerai. Usa solo l'altro e non guidare troppo veloce.'

Pronto per un giro di prova sul mio scooter a Lopei
Pronto per un giro di prova sul mio scooter a Lopei

Gli astanti fanno il tifo per il loro compaesano mentre si allontana lentamente. Poi dà un bel po' di gas e scompare alla vista. Spero che vada bene. Pochi minuti dopo, riappare all'orizzonte e registro il suo test drive.

oh. Gli applausi non passano inosservati quando l'eroe torna di nuovo. Gli è piaciuto molto e chiede subito se può comprare lo scooter.

Una donna Karamojong con tatuaggi facciali in Walk

Al chiosco compro qualche bottiglia d'acqua e qualche panino. Accanto a me c'è una donna Karamojong che a prima vista ha delle protuberanze in faccia. A un esame più attento, si scopre che si tratta di tatuaggi tradizionali.

Arrivo a Moro con guasto scooter

Il mio puntuale arrivo a Moroto non va come previsto. A Moroto noto che il mio scooter non riesce più a fare una leggera salita. Il motore inizia a scoppiettare e si spegne. Ora si tratta di spingere finché la strada non sarà di nuovo in piano. Così arrivo alla reception del Mount Moroto Hotel. Dopo aver effettuato il check-in, ottengo l'indirizzo di un riparatore.

Altri 10 chilometri a Moroto
Altri 10 chilometri a Moroto

Torno indietro allo stesso modo e riesco a trovare l'officina. Lo scooter è stato smontato intorno alle sette. Le riparazioni sono in pieno svolgimento e proseguiranno la mattina seguente a causa dell'inizio dell'oscurità. Prendo un passaggio per il mio hotel e mi godo una deliziosa cena.

La riparazione del mio scooter è in pieno svolgimento a Moroto
La riparazione del mio scooter è in pieno svolgimento a Moroto

Leggi anche:

Africa orientale in scooter | Parte 1 | Da Kampala a Kigali (180 km)
Africa orientale in scooter | Parte 2 | Bugala – Lago Mburo (170 km)
Africa orientale in scooter | Parte 3 | Parco Nazionale del Lago Mburo – Kabale (230 km)
Africa orientale in scooter | Parte 4 | Trekking Kabale – Ruhija – Gorilla (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 5 | Bwindi – Kabale – Kigali (160 km)
Africa orientale in scooter | Parte 6 | Memoriale del genocidio di Kigali – Kabale

Africa orientale in scooter | Parte 7 | Kabale – Parco Nazionale della Regina Elisabetta (175 km)
Africa orientale in scooter | Parte 8 | Queen Elizabeth NP – Fort Portal (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 9 | Portale forte – Muhorro (100 km)

Africa orientale in scooter | Parte 10 | Muhorro – Hoima (100 km)
Africa orientale in scooter | Parte 11 | Hoima – Parco Nazionale delle Cascate Murchison (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 12 | Parco Nazionale delle Cascate Murchison – Purongo (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 13 | Purongo – Gulu – Kitgum (173 km)
Africa orientale in scooter | Parte 14 | Kitgum – Parco nazionale della valle di Kidepo
Africa orientale in scooter | Parte 15 | Parco Nazionale della Valle di Kidepo – Kotido (140 km)

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

Com'è guidare per più di 10.000 chilometri in Madagascar su uno scooter acquistato localmente? O su un pikipiki (scooter in swahili) attraverso l'Africa orientale? In più di 20 anni ho visitato più di 100 paesi. Ciò ha portato a molte esperienze di viaggio inestimabili, che vorrei condividere con voi.

ERIC – OLTRE 100 PAESI
– Attualmente in Kenya.
– Condividi esperienze di viaggio uniche.
– Destinazioni preferite: Madagascar, Uganda, Giappone, India e Colombia.

Hai visto un errore? Chiedere? Nota? Fateci sapere nei commenti!

Scritto da:

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

CERCATO

LISTA DI CONTROLLO DI VIAGGIO

✔️ Questa assicurazione di viaggio copre anche le aree arancioni.
✔️ Confronta e prenota il biglietti aerei più economici.
✔️ Risparmia e prenota al meglio attività.
✔️ Più hotel? Allora prenota con 20% di sconto Genius.
✔️ Risparmia e prenota il tuo aeroporto parcheggio.
✔️ Roadtrip? Confronta e prenota uno sconto auto a noleggio.
✔️ Prepararsi per un viaggio? Punteggio pratico guida di viaggio.
✔️ Hai bisogno di uno zaino o di una valigia? Offerte qui.
✔️ regalo? Sto regalando 500 volte 10 euro!

Traduci »
Copia link