WERELDREIZIGERS.NL
Cascate Sipi
Casa » Africa » Uganda » Africa orientale in scooter | Parte 18 | Cascate Sipi – Kericho (370 km)

Africa orientale in scooter | Parte 18 | Cascate Sipi – Kericho (370 km)

Chi osa percorrere più di 3.000 chilometri in scooter attraverso l'Africa orientale? Visitare i gorilla di montagna? Safari in scooter (esiste questa parola?) in cinque parchi nazionali? Per ammirare da vicino, tra le altre cose, leoni, bufali, ippopotami ed elefanti. Mi chiamo Eric e mi piace viaggiare su uno scooter. Leggi qui la parte 18 del resoconto unico di un'incredibile avventura in scooter Uganda, Ruanda en Kenia. In questa parte visito Sipi Falls, una delle cascate più belle dell'Uganda e proseguo il mio viaggio in Kenya.

Leggi anche:

Africa orientale in scooter | Parte 1 | Da Kampala a Kigali (180 km)
Africa orientale in scooter | Parte 2 | Bugala – Lago Mburo (170 km)
Africa orientale in scooter | Parte 3 | Parco Nazionale del Lago Mburo – Kabale (230 km)
Africa orientale in scooter | Parte 4 | Trekking Kabale – Ruhija – Gorilla (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 5 | Bwindi – Kabale – Kigali (160 km)
Africa orientale in scooter | Parte 6 | Memoriale del genocidio di Kigali – Kabale

Africa orientale in scooter | Parte 7 | Kabale – Parco Nazionale della Regina Elisabetta (175 km)
Africa orientale in scooter | Parte 8 | Queen Elizabeth NP – Fort Portal (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 9 | Portale forte – Muhorro (100 km)

Africa orientale in scooter | Parte 10 | Muhorro – Hoima (100 km)
Africa orientale in scooter | Parte 11 | Hoima – Parco Nazionale delle Cascate Murchison (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 12 | Parco Nazionale delle Cascate Murchison – Purongo (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 13 | Purongo – Gulu – Kitgum (173 km)
Africa orientale in scooter | Parte 14 | Kitgum – Parco nazionale della valle di Kidepo
Africa orientale in scooter | Parte 15 | Parco Nazionale della Valle di Kidepo – Kotido (140 km)
Africa orientale in scooter | Parte 16 | Kotido – Moroto (110 km)
Africa orientale in scooter | Parte 17 | Moroto – Pian Upe – Cascate della Sipi (180 km)

Stanco arrivo a Sipi

Sono le otto e mezza quando lascio la strada principale e svolta verso le cascate di Sipi. Mancano ancora 13 chilometri a Sipi. Nonostante sia buio pesto, si guida bene su strada asfaltata. Posso facilmente coprire quei 13 chilometri in mezz'ora. Poi posso prendere qualcosa da mangiare in un ristorante se tutto va bene.

Una cosa che non ho tenuto in considerazione. Le cascate sono a un'altitudine di quasi 2.000 metri, mentre ora sto pedalando a un'altitudine di 1.000 metri. Dopo cinque chilometri il mio scooter inizia a sfrigolare. Gira al minimo solo al minimo, perché non può più sopportare l'aumento della strada. A seconda della salita, progredisco rimanendo sullo scooter e facendo un passo o scendendo e camminando. Quest'ultimo richiede un grande sforzo. Se è piatto, lo scooter si avvia molto lentamente.

La strada per le cascate della Sipi presenta una notevole pendenza
La strada per le cascate della Sipi presenta una notevole pendenza

Invece di mezz'ora, la tortura dura più di un'ora e mezza. Completamente esausto, raggiungo un Sipi estinto. 'Signore, la maggior parte delle pensioni e degli hotel sono chiusi. È bassa stagione a causa delle piogge. Il più delle volte Crown's Nest resta aperto, ma non so se alle dieci c'è ancora qualcuno».

Una cosa mi diventa subito chiara quando esco di strada in un bagno di fango. Ha piovuto un bel po'. Non c'è nessuno da vedere a Crown's Nest. Due hotel dopo spingo il mio scooter lungo il blubber fino al Sipi Falls Resort. C'è una luce lì. C'è spazio in una spaziosa banda. Il ristorante è chiuso, ma la receptionist organizzerà in alternativa una frittata salata. Poi mi addormento esausto.

Le spettacolari cascate della Sipi

Sipi è poco più di una fila di case, negozi e qualche foresteria ai lati della strada principale. Le cascate sono a un chilometro di distanza. Sono fortunato con il Sipi Falls Resort. La banda offre comfort e una doccia all'aperto. In lontananza sento persino il ruggito selvaggio della cascata alta 100 metri.

La mia banda al Sipi Falls Resort
La mia banda al Sipi Falls Resort

Dopo colazione mi sistemo sulla terrazza panoramica in mezzo ad alcune scimmie azzurre, che se ne stanno tranquillamente sedute su uno scoglio. Nel frattempo mi godo la vista spettacolare delle Cascate della Sipi.

Sipi Falls dalla terrazza del Sipi Falls Resort (con scimmie blu)
Sipi Falls dalla terrazza del Sipi Falls Resort (con scimmie blu)

Poi è il momento di vedere le cascate da vicino. Insieme ad una guida mi faccio strada nel fango e nella fitta vegetazione. Dopo mezz'ora siamo sotto uno sperone roccioso sul quale cade violentemente una cascata. Fradicio ma soddisfatto torno quindi a Sipi.

Discesa a Mbale e Tororo

Verso le undici parto con lo scooter per un lungo giro che dovrebbe portarmi oggi via Mbale e Tororo in Uganda vicino a Kakamega in Kenya. La distanza è di circa 170 chilometri. Questa volta il viaggio va prima in discesa. C'è il sole e il sereno e quindi cerco miglia sopra la vasta pianura di Karamojong.

Discesa da Sipi a Mbale
Discesa da Sipi a Mbale

Buone strade e niente pioggia. Percorro i 50 km da Sipi a Mbale in poco più di un'ora. Mbale è una città con circa 100.000 abitanti e non c'è molto da vedere. Via Mbale voglio andare a Tororo e attraversare il confine con Malaba in Kenia. È un po' una deviazione in termini di distanza, ma in questo modo evito il passaggio di frontiera estremamente trafficato di Busia. Il confine di Busia è utilizzato praticamente da tutto il traffico merci che fa il pendolare tra il porto keniota di Mombasa e Kampala e l'entroterra ugandese.

Il centro di Mbale in Uganda
Il centro di Mbale in Uganda

L'ultimo posto in Uganda prima del confine è Tororo. Semplicemente non puoi perderti la città, perché la roccia del Tororo sporge a 200 metri sopra di essa. Il confine con il Kenya è a pochi chilometri di distanza.

Roccia del Tororo
Roccia del Tororo

Benvenuto in Kenya

"Karibu", dice la guardia di frontiera keniota. "Asante sana", rispondo. Quindi è così che va veloce. Appena cinque minuti dopo che una collega ugandese ha timbrato il mio passaporto, ora sta facendo questo. A cosa non serve già il visto per l'Africa orientale. (Il visto per ingressi multipli per l'Africa orientale ha una validità di 90 giorni e può essere utilizzato in Kenya, Uganda e Ruanda).

In effetti, non c'è quasi nulla da segnalare sui restanti 60 chilometri. Le strade in questa parte del Kenya sono belle. Ogni tanto lavorano sulla strada, ma non porta molto ritardo. Verso le 7:XNUMX guido attraverso Webuye e alle XNUMX:XNUMX seguo le indicazioni per l'hotel Malava.

Rallenta a Kakamega
Rallenta in Webuye

Pulizia scooter e visita al famoso mercato di Lubao

La mattina presto giro per Malava alla ricerca di una lavanderia automatica per il mio scooter. Ha bisogno di un'altra pulizia dopo tutto quel fango a Sipi. L'idropulitrice su di esso e dopo brilla come al solito.

Pulizia scooter a Malava
Pulizia scooter a Malava

Di ritorno in hotel ricevo dal proprietario la richiesta di posare per alcune foto. "Sei il primo mzungu in assoluto a visitare il mio hotel su un pikipiki (scooter). Eh no, in effetti: sei il primo essere umano in assoluto, perché non ho mai accolto nessuno qui su un pikipiki.'

Insieme al proprietario e alla guardia di sicurezza del Malava Resort
Insieme al proprietario e alla guardia di sicurezza del Malava Resort

Visita al famoso mercato di Lubao

Il proprietario chiede dove sto guidando oggi. "Spero di raggiungere Kericho," rispondo. «Dovrebbe funzionare, perché le strade sono buone. Fai attenzione con Kisumu. È stato molto turbato dalle elezioni. Rimani sulla tangenziale ed evita il centro. E ho anche un consiglio per la strada: in una decina di chilometri passerai Lubao. È giovedì e questo significa che è giorno di mercato a Lubao. Non puoi perderlo, perché migliaia di persone lo affollano. C'è davvero molto in vendita.'

Il mercato di Lubao è un evento speciale. Come sempre, sono le donne che vendono le loro merci a gran voce. In un'area recintata alle sue spalle, tuttavia, gli uomini determinano l'evento. È un fenomeno che Paesi Bassi si è estinto da tempo: il mercato del bestiame.

Un miscuglio di scambi nel vivace mercato di Lubao
Lubao Mercato del bestiame
Lubao Mercato del bestiame

Questo è davvero divertente. I mercanti palpeggiano le mucche con i bastoni e gridano ad alta voce. Non ho idea di cosa si stia dicendo esattamente, ma ogni tanto vedo un sorriso. Un'altra mucca venduta.

Corda colorata e commercio di bestiame a Lubao
Corda colorata e commercio di bestiame a Lubao

All'uscita del mercato del bestiame guardo sorpreso un paio di bidoni di plastica pieni di sangue. "Questo è per fare delle gustose salsicce", dice la commessa.

Sangue coagulato in vendita a Lubao
Sangue coagulato in vendita a Lubao
Tutti i tipi di strumenti in vendita sul mercato a Lubao
Tutti i tipi di strumenti in vendita sul mercato a Lubao

Da Kisumu a Kericho

Macchia nera per la valle in cui si trova Kisumu
Macchia nera per la valle in cui si trova Kisumu

Verso le quattro inizio la discesa verso la terza città del Kenya: Kisumu. Su un cartello stradale viene annunciato un tornante molto sinistro a forma di teschio, due ossa e la scritta 'Black Spot'.

Kisumu sul Lago Vittoria
Kisumu sul Lago Vittoria

A due settimane dalle elezioni in Kenya, Kisumu sembra ancora molto turbato. Kisumu è la roccaforte del favorito locale Odinga che è il principale avversario dell'incumbent Presidente Kenyatta.

Evito Kisumu, perché non ho voglia di entrare in una dimostrazione accidentale o cose del genere. Giro abilmente attraverso la periferia attraverso la tangenziale. Mi fermo per una porzione di patate al forno da una simpaticissima commessa di cavoli e patate.

Vendita di patate e cavoli vicino a Kisumu
Vendita di patate e cavoli vicino a Kisumu

Arrivo nella capitale mondiale del tè: Kericho

Sull'autostrada per Kericho

I cento chilometri da Kisumu a Kericho vanno veloci. Anche se salgo di nuovo a quota 2.000 metri, il mio scooter non ha quasi nessun problema. Non ci sono grandi percentuali di salita. Assomiglia molto alle dolci colline del Ruanda. La connessione viene effettuata immediatamente. Proprio come in Ruanda, l'area intorno a Kericho è costituita principalmente da piantagioni di tè che si estendono per miglia.

Piantagioni di tè vicino a Kericho
Piantagioni di tè vicino a Kericho

Per oltre un'ora mi arrampico lentamente attraverso le colline sul mio scooter. Con piantagioni di tè che arrivano fino alla fine dell'orizzonte e forse oltre.

Raggiungo Kericho nel crepuscolo. Mi colpisce quanto bene funzioni l'illuminazione stradale. Kericho si sente completo europeo a. Secondo un residente, ciò è dovuto al fatto che a Kericho si guadagnano molti soldi. "Non siamo la capitale mondiale del tè per niente".

Leggi anche:

Africa orientale in scooter | Parte 1 | Da Kampala a Kigali (180 km)
Africa orientale in scooter | Parte 2 | Bugala – Lago Mburo (170 km)
Africa orientale in scooter | Parte 3 | Parco Nazionale del Lago Mburo – Kabale (230 km)
Africa orientale in scooter | Parte 4 | Trekking Kabale – Ruhija – Gorilla (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 5 | Bwindi – Kabale – Kigali (160 km)
Africa orientale in scooter | Parte 6 | Memoriale del genocidio di Kigali – Kabale

Africa orientale in scooter | Parte 7 | Kabale – Parco Nazionale della Regina Elisabetta (175 km)
Africa orientale in scooter | Parte 8 | Queen Elizabeth NP – Fort Portal (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 9 | Portale forte – Muhorro (100 km)

Africa orientale in scooter | Parte 10 | Muhorro – Hoima (100 km)
Africa orientale in scooter | Parte 11 | Hoima – Parco Nazionale delle Cascate Murchison (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 12 | Parco Nazionale delle Cascate Murchison – Purongo (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 13 | Purongo – Gulu – Kitgum (173 km)
Africa orientale in scooter | Parte 14 | Kitgum – Parco nazionale della valle di Kidepo
Africa orientale in scooter | Parte 15 | Parco Nazionale della Valle di Kidepo – Kotido (140 km)
Africa orientale in scooter | Parte 16 | Kotido – Moroto (110 km)
Africa orientale in scooter | Parte 17 | Moroto – Pian Upe – Cascate della Sipi (180 km)

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

Com'è guidare per più di 10.000 chilometri in Madagascar su uno scooter acquistato localmente? O su un pikipiki (scooter in swahili) attraverso l'Africa orientale? In più di 20 anni ho visitato più di 100 paesi. Ciò ha portato a molte esperienze di viaggio inestimabili, che vorrei condividere con voi.

ERIC – OLTRE 100 PAESI
– Attualmente in Kenya.
– Condividi esperienze di viaggio uniche.
– Destinazioni preferite: Madagascar, Uganda, Giappone, India e Colombia.

1 commento

  • Ciao Eric,

    Posso inviarti un messaggio personale via e-mail o in altro modo?
    Negli anni '90 ho fatto 2 viaggi in scooter attraverso l'Europa occidentale. Ho avuto un po' del tuo stesso entusiasmo e ci ripenso ancora in modo molto positivo. Quello che fai è un gradino più in alto!

Scritto da:

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

CERCATO

LISTA DI CONTROLLO DI VIAGGIO

✔️ Questa assicurazione di viaggio copre anche le aree arancioni.
✔️ Confronta e prenota il biglietti aerei più economici.
✔️ Risparmia e prenota al meglio attività.
✔️ Più hotel? Allora prenota con 20% di sconto Genius.
✔️ Risparmia e prenota il tuo aeroporto parcheggio.
✔️ Roadtrip? Confronta e prenota uno sconto auto a noleggio.
✔️ Prepararsi per un viaggio? Punteggio pratico guida di viaggio.
✔️ Hai bisogno di uno zaino o di una valigia? Offerte qui.
✔️ regalo? Sto regalando 500 volte 10 euro!

Traduci »
Copia link