WERELDREIZIGERS.NL
Pastori nella Riserva Faunistica di Pian Upe
Casa » Africa » Uganda » Africa orientale in scooter | Parte 17 | Moroto – Pian Upe – Cascate della Sipi (180 km)

Africa orientale in scooter | Parte 17 | Moroto – Pian Upe – Cascate della Sipi (180 km)

Chi osa percorrere più di 3.000 chilometri in scooter attraverso l'Africa orientale? Visitare i gorilla di montagna? Safari in scooter (esiste questa parola?) in cinque parchi nazionali? Per ammirare da vicino, tra le altre cose, leoni, bufali, ippopotami ed elefanti. Mi chiamo Eric e mi piace viaggiare su uno scooter. Leggi qui la parte 17 del resoconto unico di un'incredibile avventura in scooter Uganda, Ruanda en Kenia. In questa parte ho una splendida giornata senza scooter e visito il paese di Moroto e la Riserva Faunistica di Pian Upe.

Leggi anche:

Africa orientale in scooter | Parte 1 | Da Kampala a Kigali (180 km)
Africa orientale in scooter | Parte 2 | Bugala – Lago Mburo (170 km)
Africa orientale in scooter | Parte 3 | Parco Nazionale del Lago Mburo – Kabale (230 km)
Africa orientale in scooter | Parte 4 | Trekking Kabale – Ruhija – Gorilla (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 5 | Bwindi – Kabale – Kigali (160 km)
Africa orientale in scooter | Parte 6 | Memoriale del genocidio di Kigali – Kabale

Africa orientale in scooter | Parte 7 | Kabale – Parco Nazionale della Regina Elisabetta (175 km)
Africa orientale in scooter | Parte 8 | Queen Elizabeth NP – Fort Portal (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 9 | Portale forte – Muhorro (100 km)

Africa orientale in scooter | Parte 10 | Muhorro – Hoima (100 km)
Africa orientale in scooter | Parte 11 | Hoima – Parco Nazionale delle Cascate Murchison (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 12 | Parco Nazionale delle Cascate Murchison – Purongo (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 13 | Purongo – Gulu – Kitgum (173 km)
Africa orientale in scooter | Parte 14 | Kitgum – Parco nazionale della valle di Kidepo
Africa orientale in scooter | Parte 15 | Parco Nazionale della Valle di Kidepo – Kotido (140 km)
Africa orientale in scooter | Parte 16 | Kotido – Moroto (110 km)

Una giornata senza scooter a Moroto

Alle otto e mezza squilla il telefono nella mia stanza d'albergo. L'addetto alla reception dice che ha in linea il meccanico del mio scooter. 'Lascialo cadere.' “Eric, ho buone e cattive notizie. La buona notizia è che so perché il tuo scooter non funziona. Per risolverlo ho bisogno di alcune parti che non sono disponibili in Moroto. Devono essere di Kampala. La riparazione costerà 100.000 scellini (circa 30 euro). Ciò include parti, trasporto da Kampala e le mie ore. Se sei d'accordo, li ordino subito.'

Lo scooter in riparazione a Moroto
Lo scooter in riparazione a Moroto

“Sono d'accordo, ma dimmi anche la brutta notizia. Hai detto di avere buone e cattive notizie.' 'La cattiva notizia è che non avrò lo scooter pronto fino a domani pomeriggio. L'autobus da Kampala arriva solo la sera».

Finalmente una giornata senza scooter. Ora posso passeggiare per Moroto a mio piacimento. Immediatamente all'uscita dell'albergo ho un'animata conversazione con una signora scalza che si sta dirigendo verso il suo pezzo di terra. "Dobbiamo scavare il terreno", dice con un sorriso.

Una donna spettegola davanti all'ingresso dell'Hotel Mount Moroto
Una donna spettegola davanti all'ingresso dell'Hotel Mount Moroto

Moroto è una città "reale" secondo me. Nonostante il fatto che la città abbia solo 15.000 abitanti, la differenza con Kotido è notevole. Le strade principali di Moroto sono asfaltate e in buone condizioni. È diverso in Kotido. Là tutte le strade sono fatte di sabbia.

Improvvisamente sono a una Shell Station e non riesco a trattenere un sorriso quando vedo le pompe di benzina antiche.

Una stazione Shell "antica" a Moroto
Una stazione Shell "antica" a Moroto

Come accennato in precedenza, Karamoja è di gran lunga la regione più povera dell'Uganda. Per Moroto c'è una dimensione in più: la sua posizione strategica vicino al confine con il Kenya. Dall'altra parte del confine vivono i Pokot ei Turkana. Sono in disaccordo tra loro e con il Karamojong da anni. Una lunga corsa agli armamenti tra le tribù provocava regolarmente un bagno di sangue.

Aiuto e sviluppo su cartelloni pubblicitari a Moroto
Aiuto e sviluppo su cartelloni pubblicitari a Moroto

Fino ai primi anni 2000 Presidente Musevenic ordinò all'esercito ugandese di disarmare il Karamojong. Quella missione riuscì e fu il preludio di un'invasione di organizzazioni umanitarie. A causa della relativa calma, hanno visto la loro possibilità di avviare tutti i tipi di progetti di aiuto. E come sempre, la loro presenza si legge su grandi cartelloni pubblicitari. Mi chiedo spesso perché lì devono sempre inquinare il paesaggio (urbano). La popolazione locale aspetta aiuti costruttivi e non cartelloni pubblicitari. Quindi l'ho perso di nuovo.

Lezioni di guida presso la Delight Driving School di Moroto
Lezioni di guida presso la Delight Driving School di Moroto

Poi è il momento per alcune noci felici. Ad esempio, vorrei prendere una lezione di guida alla Delight Driving School. Solo per vedere se una lezione di guida in quella vecchia macchina è davvero 'un piacere'. Ebbene, che ne dici di una partita di calcio con v. Persie come spettatore attento?

v. Persie guarda una partita di calcio a Moroto... intensamente
v. Persie guarda una partita di calcio a Moroto... intensamente

Lungo la strada di accesso a Moroto è ricca di attività. I furgoni consegnano le loro scorte a un gruppo di negozi e magazzini. Un autista di boda boda è pronto a dare un passaggio a due pastori di Karamojong.

Autista di Boda boda con due passeggeri di Karamojong sulla strada di accesso a Moroto
Autista di Boda boda con due passeggeri di Karamojong sulla strada di accesso a Moroto

Appena fuori dall'abitato segnalerò un 'pilota fantasma'. In questo caso, il conducente sbagliato è un maiale randagio che sta facendo una passeggiata.

Un maiale fa una passeggiata vicino a Moroto
Un maiale fa una passeggiata vicino a Moroto

Lo scooter è pronto

Dopo una giornata di riposo a Moroto, è giunto il momento di continuare il viaggio. Oggi è in programma una corsa mostruosa di oltre 180 km fino alle cascate di Sipi. Purtroppo, la giornata inizia con una battuta d'arresto. Verso le dieci la riparazione del mio scooter è ancora in pieno svolgimento. Trattengo il respiro quando vedo le condizioni dello scooter. «Ci ​​sono ancora parti dappertutto. Quando pensi che il lavoro sarà finito?' chiedo ansiosamente. 'Non preoccuparti. Tutto bene. Puoi fare un giro di prova entro mezz'ora.'

La riparazione del mio scooter è in pieno svolgimento a Moroto
La riparazione del mio scooter è in pieno svolgimento a Moroto

Il meccanico mantiene la parola data. Pago il conto con una mancia decente. 'Grazie per l'eccellente servizio.' Il meccanico balbetta ancora che pensa che la mancia sia molto alta. "Compra qualcosa di carino per tua moglie."

Lo scooter è pronto per la partenza
Lo scooter è pronto per la partenza

Niente sabbia ma asfalto da Moroto a Nakapiripirit

E me ne sono andato. Sono le undici e sto correndo su una strada asfaltata liscia verso Nakapiripirit.

La strada asfaltata da Moroto a Nakapiripirit
La strada asfaltata da Moroto a Makapiripirit

Dopo 30 km faccio una breve sosta a Lorengedwat. È molto trafficato lungo il lato della strada. Alcune donne vendono dozzine di tappeti colorati ai pastori di Karamojong. A poche miglia di distanza incontro alcuni di quei pastori presso un minibus in panne.

Un pastore vicino a un minibus in panne vicino a Lorengedwat
Un pastore vicino a un minibus in panne vicino a Lorengedwat

"Aspetti un passaggio?" Chiedo circa sei pastori che riposano lungo il cammino. "No, le nostre mandrie stanno pascolando più avanti e ci stiamo solo prendendo una pausa".

Un incontro con pastori Karamajong in pausa vicino a Lorengedwat
Un incontro con pastori Karamajong in pausa vicino a Lorengedwat

È davvero irreale guidare su una strada asfaltata impeccabile in questa zona. Soprattutto perché non c'è quasi traffico motorizzato. Gli unici utenti che incontro sono i pastori che attraversano la strada con le loro greggi. A una decina di metri dalla strada vedo regolarmente i caratteristici insediamenti di Karamojong. Non mi sorprende che non ci siano quasi auto sulla strada. Nessun veicolo è parcheggiato da nessuna parte. La grande domanda è cosa sta facendo questa strada qui.

Un insediamento di Karamojong lungo la strada asfaltata intatta da Moroto a Nakapiripirit
Uno degli insediamenti di Karamojong lungo l'impeccabile strada asfaltata da Moroto a Nakapiripirit

A proposito delle strade dissestate a Karamoja

I primi 100 km sono finiti. Sono le due e mezza e sono già a metà strada. Tempo per fare una pausa e riposare. Nel centro di Nakapiripirit mi godo un pranzo preparato al momento: un chapati con due uova fritte, pomodoro e tanto peperone. Secondo il cuoco è un rolex deluxe (un rolex o Rolling Egg è una specialità ugandese). Mi chiede con curiosità cosa ci faccio qui. "Sto andando da Moroto alle cascate di Sipi."

“Quindi vuoi andare fino alle cascate di Sipi? Pfffff... Con quello scooter o stai aspettando un minibus o un fuoristrada e lo scooter ci va dentro?' "No, guido da solo." «Non ce la farai mai. Sai quanto è brutta la strada? Questa strada asfaltata porta alle montagne lì. Dopo di che si ottengono misere strade di sabbia e argilla. Da nessuna parte in Uganda le strade sono cattive come qui! Se sta per piovere, non puoi guidarla affatto. Quindi scivoli via. Pericoloso su uno scooter. Anche le auto si fermano allora. Solo quando sei sulla strada principale per Muyembe c'è di nuovo l'asfalto. Ma questo è solo tra 50 km.'

Un rolex appena preparato a Nakapiripiri
Un rolex appena preparato a Nakapiripiri

"Sai anche perché c'è una strada asfaltata tra Moroto e Nakapiripirit?" 'Non rompermi la bocca. (Tradotto abbastanza liberamente dall'inglese). Questo è qualcosa del governo. Credevano che nel 2013 avrebbero dovuto fare una gara d'appalto dopo il disarmo del Karamojong. Nel piano generale, l'intera strada da Muyembe a Moroto e poi fino a Kotido sarà asfaltata. Penseresti che inizierebbero a Muyembe per collegarsi all'asfalto esistente. Non così. Moroto divenne il punto di partenza illogico. È così che Karamoja ha ottenuto la sua prima strada asfaltata.'

Nota a margine: la strada è stata costruita da una società cinese e completata nel 2016. Nel 2019, il presidente Museveni ha promesso durante la sua campagna elettorale che i restanti 92,2 km fino a Muyembe sarebbero stati asfaltati. Un inizio su questo nel 2020.

Benvenuto in Karamoja
Benvenuto in Karamoja

Mio Dio, che pasticcio. La strada asfaltata è un ricordo del passato. Al suo posto è stato messo un mucchio di sabbia sciolta. Significa molto camminare a passo d'uomo. Per fortuna la strada gira intorno alla montagna, perché il mio scooter non avrebbe potuto fare una salita del genere.

Un cartellone pubblicitario mi dà il benvenuto nella regione del Karamoja. Immediatamente sotto c'è un avvertimento che l'AIDS è mortale. Il consiglio è di essere fedeli al proprio partner, di non fare sesso o usare il preservativo.

Allegri abitanti del villaggio a Nakapiripirit con il mio scooter
Allegri abitanti del villaggio a Nakapiripirit con il mio scooter

Ogni svantaggio ha il suo vantaggio. Non faccio quasi nessun progresso, ma a causa del mio ritmo lento attiro molta attenzione. I bambini corrono con me e gli adulti salutano felici.

È chiaro che il mio scooter è pessimo contro la sabbia. A Namalu rifiuta di nuovo il servizio. Organizzo una pulizia approfondita con un meccanico sotto l'occhio vigile di mezzo villaggio.

Un po' di manutenzione a Namalu
Un po' di manutenzione a Namalu
Nubi scure si stanno allontanando da Namalu
Nubi scure si stanno allontanando da Namalu

"Sei molto fortunato", dice il meccanico. «Qui ha piovuto forte. Le docce ora si stanno spostando verso sud. Il sole è tornato a splendere e la strada si è asciugata di conseguenza.'

Dalla Riserva Faunistica di Pian Upe a un buio incerto

A dieci chilometri di distanza è tutta un'altra storia. Al campo di riposo della Riserva Faunistica di Pian Upe, la strada si è trasformata in un grande pasticcio fangoso. Non è possibile guidare. Anche i pedoni hanno difficoltà a stare in piedi.

Mi dà il tempo di sgranchirmi le gambe nel campo di riposo e di conoscere due struzzi. "Vivono qui", dice un ranger. Poi mi chiede se voglio fare un safari nella riserva. «Purtroppo non ho tempo. Forse la prossima volta.'

L'ingresso al campo di sosta della Riserva Faunistica di Pian Upe
L'ingresso al campo di sosta della Riserva Faunistica di Pian Upe
Due struzzi ispezionano il campo di riposo della Riserva naturale di Pian Upe
Due struzzi ispezionano il campo di riposo della Riserva naturale di Pian Upe

La riserva naturale di Pian Upe è la seconda riserva naturale più grande dell'Uganda. Il governo vuole farne un parco nazionale in futuro, perché c'è molto spazio per la reintroduzione della selvaggina. Gran parte della fauna selvatica originale è scomparsa o è stata spazzata via negli ultimi decenni. Prima di allora c'erano un gran numero di leoni, elefanti, giraffe e persino rinoceronti neri. Nel 1995 giunse la notizia che l'ultima giraffa era stata cacciata in camicia.

Dal campo di riposo mi presento all'ingresso. C'è un ranger del parco davanti a un recinto. Stranamente, l'ingresso si trova sulla strada principale verso Muyembe. Dal momento che sono considerato nel traffico, non devo pagare un biglietto d'ingresso di $ 35. «L'uscita è al fiume tra otto miglia. Attenzione però, perché è molto scivoloso a causa della pioggia.'

Le donne del Karamojong tornano a casa nella riserva naturale di Pian Upe
Le donne del Karamojong tornano a casa nella riserva naturale di Pian Upe

Non ho la sensazione di guidare in una riserva naturale e quindi effettivamente in safari. Mi imbatto in un grande flusso di donne che sono appena tornate dal lavoro e stanno tornando a casa. È questo il posto giusto per reintrodurre il grande gioco su larga scala?

Mercato stradale a Tabagonyi
Mercato stradale a Tabagonyi

Dopo 13 km oltrepasso il confine di Pian Upe e arrivo al mercato dei passanti di Tabagonyi. Tra un forte applauso parcheggio il mio scooter alle bancarelle del mercato. Come al solito, le commesse si lamentano della mancanza di affari. È molto accogliente, ma non posso rimanere lì troppo a lungo. L'oscurità sta arrivando. Questo mi rende molto nervoso. Soprattutto considerando le pessime condizioni della strada...

L'oscurità si avvicina vicino a Cheptui
L'oscurità si avvicina vicino a Cheptui

Leggi anche:

Africa orientale in scooter | Parte 1 | Da Kampala a Kigali (180 km)
Africa orientale in scooter | Parte 2 | Bugala – Lago Mburo (170 km)
Africa orientale in scooter | Parte 3 | Parco Nazionale del Lago Mburo – Kabale (230 km)
Africa orientale in scooter | Parte 4 | Trekking Kabale – Ruhija – Gorilla (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 5 | Bwindi – Kabale – Kigali (160 km)
Africa orientale in scooter | Parte 6 | Memoriale del genocidio di Kigali – Kabale

Africa orientale in scooter | Parte 7 | Kabale – Parco Nazionale della Regina Elisabetta (175 km)
Africa orientale in scooter | Parte 8 | Queen Elizabeth NP – Fort Portal (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 9 | Portale forte – Muhorro (100 km)

Africa orientale in scooter | Parte 10 | Muhorro – Hoima (100 km)
Africa orientale in scooter | Parte 11 | Hoima – Parco Nazionale delle Cascate Murchison (120 km)
Africa orientale in scooter | Parte 12 | Parco Nazionale delle Cascate Murchison – Purongo (50 km)
Africa orientale in scooter | Parte 13 | Purongo – Gulu – Kitgum (173 km)
Africa orientale in scooter | Parte 14 | Kitgum – Parco nazionale della valle di Kidepo
Africa orientale in scooter | Parte 15 | Parco Nazionale della Valle di Kidepo – Kotido (140 km)
Africa orientale in scooter | Parte 16 | Kotido – Moroto (110 km)

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

Com'è guidare per più di 10.000 chilometri in Madagascar su uno scooter acquistato localmente? O su un pikipiki (scooter in swahili) attraverso l'Africa orientale? In più di 20 anni ho visitato più di 100 paesi. Ciò ha portato a molte esperienze di viaggio inestimabili, che vorrei condividere con voi.

ERIC – OLTRE 100 PAESI
– Attualmente in Kenya.
– Condividi esperienze di viaggio uniche.
– Destinazioni preferite: Madagascar, Uganda, Giappone, India e Colombia.

Hai visto un errore? Chiedere? Nota? Fateci sapere nei commenti!

Scritto da:

Eric su uno scooter in Uganda

Eric

CERCATO

LISTA DI CONTROLLO DI VIAGGIO

✔️ Questa assicurazione di viaggio copre anche le aree arancioni.
✔️ Confronta e prenota il biglietti aerei più economici.
✔️ Risparmia e prenota al meglio attività.
✔️ Più hotel? Allora prenota con 20% di sconto Genius.
✔️ Risparmia e prenota il tuo aeroporto parcheggio.
✔️ Roadtrip? Confronta e prenota uno sconto auto a noleggio.
✔️ Prepararsi per un viaggio? Punteggio pratico guida di viaggio.
✔️ Hai bisogno di uno zaino o di una valigia? Offerte qui.
✔️ regalo? Sto regalando 500 volte 10 euro!

Traduci »
Copia link