WERELDREIZIGERS.NL
Casa » Europa » Paesi Bassi » Vivere su una barca | Visita indesiderata, brutte notti e ancora quella libertà

Vivere su una barca | Visita indesiderata, brutte notti e ancora quella libertà

Come i visitatori indesiderati possono farti sentire dannatamente piccolo e la libertà si rivela pieghevole...

Leggi anche: Vivere su una barca | Questo è Shem de Labric
Leggi anche: Vivere su una barca | Lo faresti?!

I pannelli solari sul primo ponte del nostro grande yacht si illuminano di rosso quando il forno nero opaco ad alta pieghettatura annuncia che è pronto. L'alimentatore funziona benissimo. Apro il coperchio del forno nell'isola della cucina e sento l'odore della baguette appena sfornata. Questo sta tornando a casa o sta tornando a casa? Metto da parte uno degli sgabelli da bar e guardo l'acqua, appoggiando i gomiti al bancone. Le oche selvatiche galleggiano, i pesci saltano fuori dall'acqua e in lontananza vedo un gruppo di fenicotteri agghiaccianti su una gamba. Saranno circa 25 gradi. Dove sono? Nessuna idea. È importante? Nessuna idea neanche.

Vivere su una barca | Un'oca selvatica
Vivere su una barca | Un'oca selvatica

Metto la baguette sottosopra e inizio ad affettare lentamente. Tagliando una baguette a testa in giù, si evita che le incisioni che sono state infornate sulla superficie si rompano e si schiaccia il pane con il coltello che in realtà è un po' troppo smussato. Ha lo stesso sapore, sembra molto più bello.

Tutto è diventato chiarissimo: c'era qualcuno!

'… qualcuno!!' Sento in lontananza. Non riesco a posizionarlo. Disperato, rimuovo un po' di burro alle erbe fatto in casa dal robot da cucina e lo spalmo su un pezzo di pane. Stranamente, la mia vista sta diventando un po' offuscata. E sento un'onda. La stessa onda di quando qualcuno su un motoscafo naviga troppo veloce e troppo vicino alla tua barca. 

"C'è qualcuno!" Sento vagamente. È ancora troppo lontano per rispondere davvero. Sorseggio il mio bicchiere di prosecco. Di nuovo quell'onda. Ora più intenso.

"Eh? Cosa?" borbotto. Che cosa sta succedendo? La barca perde? Stiamo affondando? La pelle d'oca mi scorre lungo le braccia.

"C'è qualcuno sulla barca!" Sento il mio amico che chiama. Improvvisamente tutto è cristallino. mi guardo intorno. Si siede sul letto e tiene il cane. Mi alzo.  

"C'è qualcuno sulla barca!!" lui ripete. Improvvisamente sono completamente sveglio. L'isola di cottura, il robot da cucina, tutti quei pannelli solari e il pezzo di baguette – insieme ai fenicotteri agghiaccianti – lasciano il posto alla realtà: sono a letto, nella cabina di prua e la barca si muove. Roba sbagliata. C'è qualcuno sulla nostra barca. E proprio sopra di noi.

Lentamente mi alzo e afferro una pantofola dal pavimento. Il mio amico resta sul letto e il nostro cane si avvicina dietro di me come un eroe in calzini. Sto cercando di capire cosa sta succedendo circa un piede sopra le nostre teste. Non riesco a posizionarlo. Non si parla, non sento niente. La rabbia mi sale dentro. 'Dalla mia barca,' posso solo pensare, 'e subito! Ho lavorato molto duramente su questo e tu non stai toccando la mia barca!' Darò tre, quattro colpi al soffitto. Così forte che rimbomba attraverso l'acciaio per tutta la barca. Quell'onda di nuovo, ora anche peggio. Ma ora chiaro. Gli ospiti indesiderati scompaiono nell'oscurità attraverso la ringhiera. 

Silenzio. 

Vivere su una barca | quasi notte
Vivere su una barca | quasi notte

Tutto quello che posso sentire ora è il battito del mio cuore, che mi ronza nella testa. E l'ansimare del nostro cane, che alza lo sguardo con i suoi occhi castani luccicanti e si chiede chiaramente perché nel cuore della notte sono in piedi a culo nudo, con una pantofola sul soffitto. Bene... e biasimalo.

Leggi anche: Rimani calmo e positivo durante il tuo viaggio nel mondo | 6 suggerimenti

La terza settimana è finita!

Va bene, la terza settimana è finita. E quella è stata la mia settimana. Oltre ai visitatori indesiderati, uno specchio che cade alle tre del mattino e un pannello solare che ancora non funziona, questa settimana siamo diventati molto più liberi. Abbiamo una bicicletta! Che piacere non dover più fare tutto a piedi. A quanto pare la libertà è in vendita. E anche pieghevole. Così facile su una barca così piccola!

Vivere su una barca | Tramonto
Vivere su una barca | Tramonto
Immagine dell'avatar

Shem de Labric

Mi chiamo Sam e ho 33 anni. Tre mesi fa ho scelto di rinunciare alla mia casa e vivere sulla mia barca. Insieme ad amico e cane, su circa 12 mq. Viviamo in una regione dei Paesi Bassi e navighiamo da un posto all'altro, continuiamo le vacanze e trascorriamo l'inverno in un posto fisso in un porto turistico.

Amo scrivere e mi piace farlo a bordo. Soprattutto ora che ho più spazio in testa perché ho meno preoccupazioni finanziarie, ho avuto una vita più rilassata sull'acqua (ovviamente con alti e bassi perché molte cose sono nuove) e devo anche lavorare meno. Il mio sogno finale è guadagnarmi da vivere scrivendo e non essere più legato alla location, così da poter andare dove voglio con la mia barca, possibilmente abbinata a un camper.

Hai visto un errore? Chiedere? Nota? Fateci sapere nei commenti!

Scritto da:

Immagine dell'avatar

Shem de Labric

CERCATO

LISTA DI CONTROLLO DI VIAGGIO

✔️ Questa assicurazione di viaggio copre anche le aree arancioni.
✔️ Confronta e prenota il biglietti aerei più economici.
✔️ Risparmia e prenota al meglio attività.
✔️ Più hotel? Allora prenota con 20% di sconto Genius.
✔️ Risparmia e prenota il tuo aeroporto parcheggio.
✔️ Roadtrip? Confronta e prenota uno sconto auto a noleggio.
✔️ Prepararsi per un viaggio? Punteggio pratico guida di viaggio.
✔️ Hai bisogno di uno zaino o di una valigia? Offerte qui.
✔️ regalo? Sto regalando 500 volte 10 euro!

Traduci »
Copia link