WERELDREIZIGERS.NL
Casa » Via terra » Viaggio senza paura | Tutto sul loro camper Toyota 4×4 e sull'esistenza nomade

Viaggio senza paura | Tutto sul loro camper Toyota 4×4 e sull'esistenza nomade

Abbiamo già diversi resoconti di viaggio Wereldreizigers.nl scritto sotto il nome Viaggio senza paura. Quello che non avevamo ancora fatto ci è stato presentato e raccontato di più sul nostro camper Toyota Hilux 4×4.

Come siamo stati infettati dal virus del viaggio e come viviamo la nostra esistenza (quasi) nomade giorno per giorno? In questo articolo puoi leggere tutto di noi, del camper Toyota, dell'esistenza nomade e dei progetti per il futuro in Africa.



Chi siamo, il campeggio e i viaggi

Quando ci siamo lasciati alle spalle la nostra adolescenza, noi (Cor e Grietje) abbiamo avuto la possibilità di costruire una compagnia di attività ricreative insieme ai genitori di Cor. Poiché i genitori di Cor si sono rapidamente ritirati, ci siamo trovati di fronte a una grande sfida che abbiamo affrontato con passione ed entusiasmo. Il campeggio è stato ampliato e reso più professionale anno dopo anno. A parte qualche giorno libero e un po' di sonno, hanno lavorato 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX per molti anni. Sono nati due dolci ragazzi che sono cresciuti tra noi e gli ospiti del campeggio.

Gretel si gode la vista
Gretel si gode la vista
Cor con gli husky in Lapponia
Cor con gli husky in Lapponia

Campeggio venduto

Dopo la vendita del campeggio nel 2008, abbiamo voluto costruire una vita nuova e soprattutto più tranquilla. Abbiamo comprato una vecchia fattoria e l'abbiamo ristrutturata in una bella casa con un pezzo di terra per delle pecore. Ma non fare nulla non è nel nostro sangue. Così è stata acquistata una fattoria obsoleta che abbiamo convertito in pochissimo tempo in un alloggio per gruppi di successo.

Abbiamo anche aperto la strada ad alcune attività di francobolli e legna da ardere. Abbiamo anche avuto una compagnia di taxi per un po'.

Viaggiare sempre di più

Ma gradualmente abbiamo iniziato a viaggiare più spesso. Sempre un po' più lungo. Dal 2017 abbiamo iniziato a ispezionare i campeggi per l'ANWB. Un lavoro meraviglioso e molto adatto a noi come ex imprenditori del tempo libero. Nei tre mesi estivi abbiamo attraversato l'Europa con una roulotte per fornire a circa 80 campeggi le giuste stelle ANWB.

Con un 4×4 attraverso l'Australia

Nell'autunno del 2017 e del 2018 siamo andati in Australia per visitare i nostri figli interni. Naturalmente abbiamo esteso le nostre visite con tour dell'immenso paese e abbiamo anche visitato la Tasmania. Venduto... da qui in poi, la nostra dipendenza dai viaggi non potrà più essere annullata.

Australia Kakadu National Park, un'esperienza straordinaria
Macchina e ragazza in Australia – Kakadu National Park, una grande esperienza

Durante la nostra seconda visita in Australia abbiamo noleggiato una Toyota Hilux 4×4 con tenda sul tetto con la quale abbiamo attraversato il paese per 10 settimane. Stupendo! Che libertà. Per lo più ci accampavamo allo stato brado, vivevamo frugalmente, ma ci divertivamo al massimo.

La Toyota 4x4 Hilux noleggiata con tenda sul tetto in Australia
La Toyota 4×4 Hilux noleggiata con tenda sul tetto in Australia
Campeggio selvaggio con la Toyota Hilux noleggiata in Australia
Campeggio selvaggio con la Toyota Hilux noleggiata in Australia

Prima conoscenza con Overlanden

Un giorno eravamo nel nord dell'Australia, non lontano dal Monte Isa, dove i nostri occhi caddero su un'auto targata olandese.

La sorpresa è stata enorme... come si è arrivati ​​qui? Alla fine abbiamo passato una serata appesa alle labbra della coppia olandese che ha viaggiato con loro.

Da spedire, via terra, vendere casa, lasciare il lavoro... è successo di tutto. Ci si è aperto un mondo. È stato subito chiaro, vogliamo anche questo! Non abbiamo dormito bene per alcune notti... come lo organizzeremo?

Anche durante il viaggio e subito dopo, non siamo riusciti a distogliere la mente dai nuovi progetti. Quando siamo tornati a casa, ci siamo prima immersi nel veicolo.

Il nostro camper 4×4

Contattando esperti di terraferma (tra cui Jan van Bekkum e Margriet Klees con il loro sito www.4ever2wherever.com) abbiamo acquisito le nostre prime conoscenze. Abbiamo visitato fiere, costruttori e fornitori. Poiché non siamo chiavi inglesi, abbiamo deciso di acquistare un (quasi) nuovo 4×4. Ciò riduce al minimo il rischio di manutenzione imprevista.

Toyota Hilux

Anche la scelta per una Toyota Hilux è stata fatta rapidamente. Questo in connessione con le parti disponibili in tutto il mondo e le buone esperienze che abbiamo avuto in Australia.

Divenne una cabina da una e mezza, la parte dietro i sedili anteriori che usiamo per riporre le cose. Un'opzione più ampia sarebbe stata un autocarro terrestre, ma a causa della manovrabilità, dei costi e dei vincoli limitati nell'ambiente costruito, l'abbiamo abbandonato.

Costruzione fissa e stabilità

Abbiamo trovato l'opzione più piccola per posizionare ancora una volta una tenda sul tetto sull'Hilux troppo primitiva. Soprattutto in condizioni climatiche fredde e umide, ti imbatti rapidamente nei limiti. È così che abbiamo ideato l'Hilux con una struttura fissa. Soprattutto quella fissata lo rende un po' speciale. Nella nostra variante, la sovrastruttura è fissata al telaio, il che migliora notevolmente la stabilità. Inoltre, la piattaforma di carico è stata rimossa, risparmiando quasi 300 chili.

Colpisce nell'esecuzione anche la limitata larghezza della sovrastruttura. Questo contribuisce anche alla stabilità e possiamo semplicemente prendere strade strette e curve strette. Anche lo sbalzo posteriore è limitato. Eppure abbiamo ancora abbastanza spazio all'interno per un soggiorno confortevole. Dopotutto, siamo abituati a una tenda sul tetto, quindi diventa rapidamente un lusso per noi.

Quindi è il perfetto equilibrio tra "capacità fuoristrada" e comfort.

Il camper Toyota Hilux 4x4 di No Fear Reizen
Il camper Toyota Hilux 4×4 di No Fear Reizen

L'interno del camper

Oltre allo spazio dietro i sedili anteriori, abbiamo contenitori in metallo sia sotto che dietro la sovrastruttura. Qui conserviamo tutti i tipi di cose e materiali di emergenza di cui abbiamo bisogno ogni giorno, o forse mai.

gas ed elettricità

Per il riscaldamento utilizziamo un riscaldatore ad aria calda a gas. Questo ha già dimostrato di avere una capacità più che sufficiente in Lapponia nell'inverno 2022. Abbiamo anche una caldaia a gas da 10 litri con noi. Con questo possiamo farci una bella doccia con la doccia esterna.

Cuciniamo al chiuso, ma cuociamo e arrostiamo nel burro o nell'olio il più possibile all'esterno in uno skottelbraai, poiché non abbiamo estrazione per i vapori unti.

Il frigorifero da 115 litri con cella freezer è abbastanza capiente, ma pensiamo sia importante riuscire a mantenere ben al fresco i nostri cibi.

L'alimentatore è costituito da due batterie al litio da 200 Ah insieme. Questi vengono caricati da due pannelli solari posti sul tetto e l'alternatore presente nell'auto contribuisce anche durante la guida.

Ad oggi non abbiamo avuto bisogno di energia elettrica esterna. L'intero sistema funziona a 12 volt, quindi abbiamo un altro convertitore a 220 volt.

Cucina, salotto, letto, doccia e servizi igienici

L'approvvigionamento idrico è basato su un serbatoio di accumulo da 80 litri. Ciò significa che dobbiamo sempre essere parsimoniosi con l'acqua. Soprattutto nei paesi in cui la disponibilità è limitata. Prima che l'acqua esca dal rubinetto o dalla doccia, ha superato il nostro filtro dell'acqua. La zona cucina è dotata di due fornelli a gas e un lavandino. Per le necessità quotidiane disponiamo di porta potti e biberon per la pipì.

C'è anche un tavolo e due panche all'interno dove possiamo sederci insieme. Il letto è allungabile dove ci sdraiamo in lunghezza. Con alcuni armadi all'interno per vestiti e cibo, la storia è completa.

Peso

Eppure il peso di questa composizione è ben al di sopra del peso massimo consentito originale dell'Hilux. A tal fine, abbiamo dovuto sostituire e rafforzare le sospensioni e far ispezionare nuovamente l'auto dall'RDW. Il peso massimo consentito è ora di 3500 chili.

L'intero processo - che solo poche persone nei Paesi Bassi possono fare - è stato svolto in modo molto professionale e abile da Arno van Bakel van https://www.4wd-specialist.nl/ dal Brabante Zelanda. Un po' di pubblicità è d'obbligo.

Strutture fuoristrada

Poiché il camper 4×4 deve anche essere in grado di resistere nella sabbia, nel fango e nell'acqua, disponiamo di una serie di strutture a bordo con le quali possiamo affrontare le sfide con fermezza.

Paraurti anteriore e verricello appesantiti

Innanzitutto, abbiamo un paraurti anteriore di grandi dimensioni ponderato che può sopportare un pestaggio. Costruito qui abbiamo un argano con fune cinetica che può salvarci da situazioni terribili. Ad oggi, abbiamo principalmente aiutato gli altri...

Skidplate, davanzali e faretti

L'auto è dotata di parti protettive in metallo (Skidplates) sul lato inferiore in modo che gli schizzi di sassi non possano danneggiare il lato inferiore. Le soglie laterali in plastica sono state sostituite da quelle in metallo. I faretti sono installati sulla parte anteriore in modo da non dover affrontare sorprese al buio.

Compressore, cric gonfiabile e banchi di sabbia

Per riportare facilmente la pressione dei nostri pneumatici allo standard, abbiamo un compressore integrato che riporterà i pneumatici alla pressione in pochissimo tempo dopo un giro nel deserto. Collegato a questo abbiamo un "martinetto gonfiabile" (skippy ball) che può sollevare il camper quando dovrebbe avvenire un cambio gomme. Se siamo bloccati nella sabbia, abbiamo con noi banchi di sabbia di plastica e una pala.

Serbatoio carburante a lungo raggio

Poiché la disponibilità di carburante in alcuni paesi non è così scontata, abbiamo un "serbatoio a lungo raggio" di 135 litri con il quale possiamo coprire 1 chilometri con un consumo di circa 8 su 1000. Abbiamo con noi anche 20 litri di carburante “di emergenza”.

Presa d'aria rialzata (snorkeling)

Infine, guidiamo con una presa d'aria maggiorata (snorkel) in modo da poter facilmente guadare i fiumi fino a una profondità di circa 80 centimetri.

Attraversando il fiume con il nostro camper 4x4 durante il roadtrip in Islanda
Attraversando il fiume con il camper Toyota Hilux 4×4 durante il roadtrip in Islanda

Viaggi fatti finora con il camper

Stati baltici, Finlandia e Svezia

Dopo che i puntini erano stati messi sulla i a fine 2019, l'avventura poteva iniziare e siamo partiti il ​​1 gennaio 2020 verso sud. Con l'equatore come obiettivo. Dopo essere scesi tranquillamente attraverso l'Europa, abbiamo fatto la traversata per il Marocco. Ormai era marzo e dovevamo per forza tornare a casa a causa dello scoppio dell'epidemia.
Nell'estate di quell'anno abbiamo fatto un altro viaggio in Polonia, Repubblica Ceca, Stati baltici, Finlandia e Svezia.

Leggi anche: Roadtrip 4×4 camper Stati baltici | Diario di viaggio senza paura

Sardegna, Sicilia e Sud Italia

Nel 2021 siamo stati in viaggio per 4,5 mesi in Svizzera, Francia, Sardegna, Sicilia e Sud Italia.

Leggi anche: Roadtrip camper 4×4 Sardegna | Diario di viaggio NoFear
Leggi anche: Roadtrip camper 4×4 Sicilia | Diario di viaggio NoFear
Leggi anche: Roadtrip camper 4×4 Sud Italia | Diario di viaggio NoFear

Isole Faroe, Islanda, Norvegia e Lapponia finlandese

Il 1 gennaio 2022 siamo partiti per un freddo viaggio verso nord. Ciò ha richiesto una preparazione extra perché l'uomo e la macchina hanno dovuto sopportare temperature fino a -30. Le Isole Faroe, l'Islanda, la Norvegia e la Lapponia finlandese erano di una bellezza mozzafiato.

Leggi anche: Roadtrip Camper 4×4 Isole Faroe | Diario di viaggio senza paura
Leggi anche: Roadtrip camper 4×4 Islanda (1) | Diario di viaggio senza paura
Leggi anche: Roadtrip camper 4×4 Islanda (2) | Diario di viaggio senza paura
Leggi anche: Roadtrip 4×4 camper Norvegia meridionale | Diario di viaggio NoFear
Leggi anche: Roadtrip 4×4 camper Norvegia occidentale | Diario di viaggio NoFear
Leggi anche: Roadtrip 4×4 camper Lapponia finlandese | Diario di viaggio NoFear

Il camper NoFear 4×4 sulle nevi della Lapponia finlandese
Il camper NoFear Toyota Hilux 4×4 sulle nevi della Lapponia finlandese

Siamo tornati all'inizio di aprile Paesi Bassi e fece progetti per a viaggio nel mondo. Poiché l'epidemia stava volgendo al termine, abbiamo osato uscire di nuovo Europa pensiero. A sud Africa è il motto ora, ne parleremo più avanti.

Vita in movimento

Il nostro motto di viaggio principale è “conoscere culture, stili di vita e natura differenti. Lo facciamo nel nostro "tempo libero", il tempo non è un problema. Ci alterniamo regolarmente a cose divertenti come la visita alla spiaggia, passeggiate impegnative, vie ferrate (chiamate anche via ferrata menzionato), immersioni e recentemente un altro corso di parapendio.

Gretel durante una passeggiata in Norvegia
Gretel durante una passeggiata in Norvegia

Orario giornaliero e generi alimentari

Al mattino non diamo la sveglia, siamo comunque svegli in orario. Dopo una deliziosa colazione a base di yogurt iniziamo la giornata. Di solito mangiamo all'aperto in mezzo alla natura. Oltre al fatto che amiamo una colazione allo yogurt, è anche pratica: spesso non c'è pane fresco disponibile nei nostri campeggi selvaggi.

Il programma della giornata può variare molto. A volte guidiamo molto o semplicemente svolgiamo un'attività. Percorriamo principalmente strade secondarie. Se possibile attraverso le zone rurali. Quando vediamo una bella terrazza, compriamo una tazza di caffè oa volte pranziamo.

Cerchiamo di fare commissioni una volta alla settimana. Un grande supermercato alla periferia di una città di solito ha tutto a disposizione. Ma ci piace anche visitare un piccolo fruttivendolo o una panetteria.

Sulla strada

Lungo la strada, catturiamo cose divertenti con la nostra nuova fotocamera (Sony RX10) o iPhone.
Spesso, la sera, rivedremo e ordineremo le foto insieme.

Otteniamo anche quante più informazioni possibili sull'ambiente da Internet e discutiamo di come organizzeremo i prossimi giorni.

Ogni giorno abbiamo una nuova avventura che non vediamo l'ora. Dopo che le esperienze della giornata sono state scritte in un diario, i nostri occhi si chiudono rapidamente con soddisfazione.

'Vacanza', libertà e preparazione

A volte le persone pensano che siamo sempre in "vacanza". Dipende solo da come interpreti la parola "vacanza". Se significa che non abbiamo obblighi nei confronti, ad esempio, dei datori di lavoro, hanno ragione.

La libertà è la motivazione più importante per noi. Ma per provvedere al nostro sostentamento quotidiano, dobbiamo anche fare la spesa, lavare i piatti, lavare i panni e cucinare il cibo. A occuparci della manutenzione del nostro grande amico: il camper 4×4. Inoltre, i preparativi per il viaggio attraverso l'Africa richiedono più tempo, perché poche cose sono evidenti in Africa.

Problemi finanziari

Prima di uscire con il nostro camper per la prima volta, abbiamo venduto la nostra casa e acquistato - come riserva - una casa per le vacanze in un parco bungalow. Non affittiamo la casa per le vacanze e possiamo sempre tornare a casa nostra nei Paesi Bassi. Il nostro figlio maggiore ha rilevato l'alloggio del gruppo.

In questo modo possiamo viaggiare quasi spensierati.

La vita in viaggio non deve essere più costosa della vita a casa. I costi fissi per la casa vacanza sono minimi e quando non siamo presenti non consumiamo energia.

La spesa che riceviamo è più o meno la stessa di una situazione domestica. I generi alimentari sono leggermente più costosi in alcuni paesi, ma meno costosi in altri.

Il carburante per il camper è ovviamente un articolo ragionevole, ma con 500-800 chilometri a settimana non è male. Poiché ci accampiamo molto in natura, abbiamo poche spese di campeggio.

Naturalmente ci sono altri costi minori, ma ci sono anche quando non siamo in viaggio.
Quando viaggiamo in Africa, dobbiamo tenere conto dei costi dei visti, dell'assicurazione e di altri costi doganali.

campeggio selvaggio

Preferiamo passare la notte “allo stato brado”. Ora è diventata una sfida trovare i posti più belli. Il camper 4×4 aiuta enormemente in questo. Con la potenza, la trazione integrale, la manovrabilità e lo spazio libero sotto l'auto, arriviamo in luoghi in cui molti altri veicoli si arrendono.

In cima a scogliere con vista sul mare o nel profondo della foresta dove c'è ancora un bel lago balneabile, è una grande sfida trovare questi posti fantastici ancora e ancora.

Campeggio selvaggio in cima a scogliere con vista mare | NoFear 4x4 tour Sicilia
Campeggio selvaggio con il camper Toyota Hilux 4×4 in cima a scogliere con vista mare | Sicilia

Ma a volte, spesso una volta ogni 5-7 giorni, cerchiamo un campeggio per fare una doccia o fare il bucato, per esempio.

Per trovare luoghi utilizziamo l'app Park4Night e iOverlander oppure troviamo noi stessi un luogo remoto.

Con l'app Park4Night troviamo la maggior parte dei posti in Europa. L'iOverlander è spesso piacevole per incontrare altri overlander e soprattutto in Africa l'app iOverlander è molto forte.

Inoltre, siamo anche moderatori di iOverlander.

Il nome "Nessuna paura"

Ispirati dai compagni di terraferma che spesso danno un nome alla loro auto, abbiamo scelto NO FEAR!

Ciò ha avuto origine all'inizio del tempo della corona, quando molte persone avevano paura l'una dell'altra. Non è così che siamo impostati. Pensiamo per soluzioni e vediamo tutto come una sfida. Non abbiamo paura. Ciò non significa che siamo avventati e ingenui, ma che mettiamo la sfida al primo posto.

Non un “no”, ma un “sì, a condizione”!

Quando sei molto in viaggio, vuoi scoprire il mondo, porre domande e informarti sui background, dovrai essere proattivo e intraprendente e non aver paura.

Viaggiamo per poter andare dove vogliamo in libertà ogni giorno, per vivere senza un'agenda, per pensare solo al presente. Ammiriamo splendidi paesaggi dalle alte montagne e possiamo vedere per chilometri senza che l'influenza umana si intrometta.

Siamo nel mezzo di altre culture e conosciamo piante e animali speciali. Viaggiamo perché arricchisce la nostra vita e amplia la nostra visuale. Vediamo come le persone vivono in modo diverso in un altro paese e questo ci fa avere più rispetto per le idee e le opinioni dei nostri simili.

La povertà che a volte vediamo ci fa capire ancora di più quanto sia grande la nostra ricchezza.

Leggi anche: Sviluppo personale | 7 modi in cui viaggiare ti fa crescere

Via in Africa

La voglia di scoprire l'Africa è ormai vicinissima. Abbiamo avuto abbastanza tempo per prepararci. Ora deve succedere.

All'inizio di settembre saliremo sulla barca per Marocco viaggiare a tempo indeterminato nell'Africa meridionale. hanno già visitato il Marocco. Abbiamo pensato che questo fosse un paese molto bello e ci prenderemo ancora un sacco di tempo per vivere questo bellissimo paese.

Vogliamo scalare il Toubkal (4167 m, la montagna più alta delle montagne dell'Atlante e anche dell'Africa settentrionale) e fare molto fuoristrada nel deserto. Poi scopriremo la vera Africa occidentale attraverso la Mauretania e il Senegal.

Abbiamo letto dei diversi paesi ma ci troveremo senza dubbio di fronte a varie (non)piacevoli sorprese. Sono proprio queste sfide che rendono il viaggio divertente!

La sicurezza è una questione importante e un rischio in parte calcolato. Essere in guardia e informare la popolazione locale sulle circostanze attuali è una di quelle cose che riteniamo importanti. Anche la corruzione dei doganieri e di altre persone dall'aspetto ufficiale è un punto di attenzione.

Le strade sono di una qualità diversa da quelle europee, ma il nostro camper 4×4 sa come gestirle.

Molto importante è anche la disponibilità di carburante, acqua, gas, parti di automobili e cibo. Dovremo calcolare con largo anticipo se abbiamo scorte sufficienti delle varie forniture. E ovviamente pensare alle conseguenze di un possibile errore di calcolo.

Sì, la vita non sarà così evidente e organizzata come siamo abituati in Europa. Questa è la sfida!



Viaggio senza paura

Viaggio senza paura

Un Drent e un Frisone hanno catturato l'insetto di viaggio e viaggiano per il mondo con il loro camper 4×4. Siamo Cor e Grietje di NoFear Reizen e ti accoglieremo roadtrip avventura.

4 commenti

  • Ciao Filip,

    Sì, è stato un peccato a Grindelwald.
    Forse ci incontreremo mentre andiamo in Asia!
    Vedremo!

    Saluti,
    Cor e Gretel

  • Ciao Marco,

    Il camper è costruito su misura da Dutchcampers, un'azienda nei Paesi Bassi.

    Saluti,
    Cor Doorten
    Nessun viaggio di paura

  • Bella storia, molte somiglianze con noi, mancate l'una all'altra l'anno scorso a Grindelwald in Svizzera. solo che dobbiamo ancora sopportare la corsa al successo per 6 mesi, poi viaggeremo anche per un tempo più lungo, posticipato causa covid, ma abbiamo avuto il tempo di prepararci tanto e comprare e mettere insieme auto e cabina in super affare. ultimo test drive per Silk Road e Pan-Doing Americana. Instagram.com/filipvandensteen

  • Chi ha costruito l'unità camper? L'hai fatto tu stesso? Vengo dalla Slovenia e sto cercando una configurazione simile ma non un buon costruttore. Spero che tu possa aiutare.

Traduci »
Copia link